Nudismo e naturismo, provare per credere

La bella stagione è sicuramente un’occasione per avvicinarsi a queste filosofie. Si, al plurale, perchè nudismo e naturismo sono due cose differenti.

Quando si parla di naturismo, si fa riferimento a una vera e propria filosofia di vita, un modo di vivere in armonia con la natura che prevede la nudità comune allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente. Un naturista è dunque anche molto attento alla propria salute psico-fisica, curando la propria alimentazione e il proprio benessere. A differenza dei nudisti, i naturisti non hanno il culto dell’esibizionismo; il loro unico scopo è quello dell’armonia con la natura, considerando il corpo privo di parti da nascondere. Qualsiasi malizia erotizzante è distante dal loro modo di vedere le cose.

Il nudista invece, ama la nudità in quanto tale: rispetta le leggi e il buon senso ma, non appena possibile si spoglia.

Si tratta semplicemente di approcci differenti alla vita, di scelte che riguardano il proprio corpo, il rapporto con l’altro e con la natura. In ogni caso è un’esperienza da provare almeno una volta nella vita quantomeno per il grande senso di libertà che si prova. Anche la scienza lo consiglia: stare quanto più possibile nudi (in casa, mentre si svolgono faccende domestiche, mentre si lavora, mentre si dorme, ecc..) migliora il proprio benessere psicologico ma anche fisico.

nudo-natura

 

Se da una parte, infatti, stare nudi è un toccasana per la propria autostima, imparando così a valorizzare il proprio corpo invece che nasconderlo, dall’altra è un formidabile aiuto nella produzione di vitamina D, principale responsabile della densità e resistenza delle ossa, del corretto funzionamento di muscoli, polmoni e cuore. Non solo, arieggiare le parti intime è fondamentale per combattere batteri e infezioni che gli abiti possono provocare.

Quindi da dove iniziare? Una spiaggia dove il nudismo è legale o tollerato può essere una buona idea per avvicinarsi alla natura. Ce ne sono anche in Italia, da nord a sud.

Qui potete trovare una lista di spiagge italiane nudiste per cominciare a spogliarvi da ogni imbarazzo. Oltretutto, l’estate è la stagione degli amori umana, ora lo dice anche la scienza.

 

 

Condividi questo articolo

Tutte pazze per i Sex Toys

La tendenza è in grossa ascesa: le donne sembrano avere sempre maggiore consapevolezza del proprio corpo. Se fino a qualche tempo fa erano in poche ad ammetterlo, oggi le italiane confessano candidamente di amare l’autoerotismo e di ricorrere all’oggettistica erotica per procurasi piacere. A sostenerlo è una recente ricerca dell’Associazione Italiana Sessuologia Psicologia Applicata.

Il 28% delle donne intervistate dichiara infatti di possedere e utilizzare abitualmente i sex toys e di essere molto attenta nella scelta dell’oggetto. Le clienti più appassionate sono nell’Italia del nord est (45%). Segue il centro (25%), il nord ovest, il sud e le isole (15%). Le categorie d’acquisto più gettonate sono vibratori (40%), geisha balls (25%) e prodotti cosmetici quali oli per massaggi, lubrificanti e preservativi (10%). Ricercati sono anche gli articoli per la coppia (25% di acquisti sul totale), come ad esempio gli strapon e i plug anali. Per chi non avesse ancora il coraggio di fare il grande acquisto, anche la casa nasconde insospettabili oggetti di piacere, leggi qui.

Sembra che siamo proprio le donne ad introdurre i sex toys nella propria vita sessuale, magari matrimoniale, magari per rinverdire i rapporti vecchia data e stimolare il partner ad una diversa comprensione dell’orgasmo femminile. Nonostante infatti se ne faccia un gran parlare, molti dei signori sono molto focalizzati sul loro membro e, per di più, sono ancora convinti che il piacere femminile derivi principalmente dalla penetrazione. Niente di più sbagliato. Le signore in questo modo cercano di riportare l’attenzione sul vero fulcro del desiderio, cioè la fantasia.

 

Condividi questo articolo

ADAM: girl band olandese canta mentre indossa un vibratore

Il video ha fatto il giro del web, ma se ancora non aveste avuto modo di vedere questa divertente chicca, eccovi accontentati. Una girl-band olandese di musica elettronica, le Adam,ha avuto l’idea di lanciare il suo nuovo videoclip usando un vibratore, cercando di cantare e tentando di mantenere la calma.

Le giovani artiste hanno preso un vibratore per ciascuna e si sono messe sedute, a quel punto hanno posizionato il sex-toy tra le gambe e hanno provato a mantenere la voce intonata e un’espressione normale mentre raggiungono l’orgasmo dato dal vibratore che sta, nel frattempo, facendo il suo dovere. Le ragazze riescono a mantenere il controllo fino a circa metà video, dopo di che iniziano a perdere il controllo della situazione.

Ma questo non è l’unico esperimento del genere: alcune attrici porno sono state ingaggiate per risolvere calcoli matematici indossando un vibratore. Clicca qui per guardare il video delle attrici porno che risolvono calcoli matematici con un vibratore tra le gambe.

Ora guarda il videoclip delle Adam e… buon divertimento!

 

 

Condividi questo articolo

Esercizi di Kegel: allenare il pavimento pelvico (di lui e di lei)

Siete veramente sicuri di conoscere fino in fondo il vostro corpo? Se la risposta è si, sicuramente avrete sentito parlare dei famigerati esercizi di Kegel, usati per aiutare a controllare l’eiaculazione per lui e ad avere orgasmi più intensi per lei. In realtà Arnold Kegel, un ginecologo di Los Angeles, ideò inizialmente questi esercizi con l’obiettivo di tonificare la zona pelvica, sia maschile che femminile, per combattere i problemi di incontinenza.

Effettivamente questi esercizi rendono più tonico e forte il muscolo pubococcigeo, principale responsabile della minzione. Le donne a cui venivano prescritti gli esercizi, infatti, oltre a riscontrare un miglioramento del problema, riferivano anche di un sensibile miglioramento della forza della propria vagina raggiungendo cosi’, orgasmi più intensi ed in minor tempo. Non solo, il controllo delle contrazioni vaginali, riusciva a provocare nell’uomo un piacere molto maggiore, riuscendo a “simulare” ora la sensazione di una vagina stretta, ora quella di essere accolto in profondità.

In dettaglio, gli esercizi consistono semplicemente in serie di contrazioni da dover effettuare ogni giorno. Il muscolo da allenare è quello che si usa quando si vuole trattenere la pipì. Prima di iniziare però… occorre aver svuotato la vescica.

escort sexy blog esercizi_kegel

PER LEI:

Prima di tutto, è importante localizzare questi muscoli: nel caso della donna, sono gli stessi che intervengono durante l’orgasmo, ma se fosse difficile localizzarli, basta pensare a quelli usati per trattenere la pipì. Sono loro. Nel contrarli però, occorre non utilizzare altri muscoli come quelli dell’addome e dei glutei. Una posizione supina rilassata aiuterà sicuramente nell’intento, permettendo di controllare con le mani, l’utilizzo o meno dei muscoli non necessari. L’allenamento può essere svolto in qualunque momento della giornata e in qualunque luogo: in auto, al supermercato, a lavoro.

Il modo più banale per esercitarsi, è quello di contrarre la vagina per alcuni secondi e poi rilassarla per alcuni altri, continuando in questo modo fino a svolgere una serie da dieci contrazioni. La serie va ripetuta tre-quattro volte al giorno. Si può iniziare con contrazioni di 5 secondi e pause di 10 secondi, ma se vi risulta difficoltoso raggiungere i cinque secondi di allenamento, effettuatelo da 2-3 secondi. Senza fretta. Man mano che si va avanti nel tempo con l’allenamento, si aumenteranno i secondi di contrazione.

Un’altra tecnica di allenamento è quella del ranocchio, molto utile per rafforzare il muscolo intorno alla vagina. Bisogna sdraiarsi sul pavimento, con le gambe in “posizione del ranocchio” (ginocchia piegate con le piante dei piedi unite) e lasciare che i muscoli addominali e vaginali si rilassino; a questo punto immaginate le due pareti interne della vagina e cercate di farle avvicinare contraendo come se doveste trattenere l’urina. Non dovreste usare gli addominali, nè fare sì che le natiche si comprimano l’un l’altra. Anche in questo caso vanno effettuate tre-quattro serie di esercizi da dieci ripetizioni nell’arco della giornata.

Per ottenere dei risultati “visibili” occorrono almeno tre settimane di allenamento.

escort sexy blog esercizi kegel

PER LUI:

Nel caso dell’uomo, l’utilità di questi esercizi si riscontra nel maggior controllo e durata dell’erezione; utilissimo quindi per quanti soffrono di eiaculazione precoce. E’ sufficiente contrarre e decontrarre il muscolo che va dal pene all’ano, che serve a trattenere la pipì o a muovere il pene quando è in erezione, sempre effettuando serie da dieci ripetizioni, tre volte al giorno.

 

Condividi questo articolo

Sei una escort? Pubblica il tuo annuncio su EscortFox.it

EscortFox è il solo portale che raccoglie esclusivamente i migliori annunci Escort e Accompagnatrici in Italia.

Pubblica il tuo annuncio su EscortFox e approfitta degli innumerevoli vantaggi:

  • Aggiorna la tua città in tempo reale, pubblica la tua presentazione, aggiungi le foto e metti in evidenza i tuoi servizi
  • Leggi e commenta le tue recensioni
  • Annunci divisi per città e genere
  • Controlla la tua popolarità

 

Condividi questo articolo