Annunci Trans – Indonesia: arrestati 14 uomini ad un gay party

In Indonesia l’omosessualità non è un reato, eppure pochi giorni fa ben 14 uomini sono stati arrestati per aver preso parte a un gay party.

Stando a quanto riportato dai media, è arrivata alle autorità una segnalazione di presunte attività sospette che si stavano consumando all’interno di alcune camere d’albergo a Surabaya.

La polizia ha così fatto irruzione nelle stanze d’hotel intorno alla mezzanotte, stanze in cui si stava svolgendo un vero e proprio gay party. Gli agenti hanno trovato diversi uomini intenti a guardare “gay porn” e a praticare “atti sessuali deviati”. Tutti i 14 partecipanti alla festa sono stati condotti in commissariato e alcuni di loro sono stati poi rilasciati. Per gli organizzatori invece si paventa lo spettro del carcere, addirittura 15 anni.

E’ la prima volta che accade a Surabaya, una grande città indonesiana, la seconda del paese per grandezza e numero di abitanti. In questo paese l’omosessualità non è reato ma gli arrestati rischiano da 5 a 10 anni di carcere nel caso venissero dichiarati colpevoli. Il tutto a causa di una legge anti-pornografia che letteralmente vieta di “guardarsi a vicenda”.

L’intolleranza verso i gay è drasticamente aumentata in Indonesia che è il paese con la più alta concentrazione di musulmani al mondo: il governo ha cercato di bloccare app gay-friendly ed ha chiesto ai social network come Line e Twitter di rimuovere emoticon raffiguranti coppie dello stesso sesso per il mercato indonesiano.

Con la stessa accusa, cioè quella di essersi guardati, solo lo scorso anno sono stati arrestati due ragazzi indonesiani colpevoli di aver pubblicato su Facebook una foto che li ritraeva intenti a baciarsi e distesi sul letto.

Il nuovo episodio balzato alle cronache di tutto il mondo, riaccende i riflettori sulla condizione degli omosessuali nel paese asiatico.

Tranquillo, in Italia non si corre il rischio di essere arrestati solo per essersi guardati, quindi puoi andare su EscortFox e scegliere tra gli annunci trans quello che fa per te. Su EscortFox troverai solo i migliori trans annunci Genova, trans incontri Torino, annunci incontri Milano, escort gay Roma

gay-party-a-surabaya-895952

 

Condividi questo articolo

VIDEO Annunci Trans – Spot Magnum, protagoniste tutte trans

Un bel calcio ai pregiudizi, quello sferrato da Algida con lo spot del suo mitologico prodotto, il gelato stecco Magnum.

In occasione del Cannes Film Festival del 2015 infatti, la nota casa produttrice di dolcezze ghiacciate ha presentato il suo nuovo spot, in cui tutte le protagoniste coinvolte sono trans e travestiti. Il nutrito gruppetto di transgender che si vede nello spot è multietnico: c’è la trans asiatica che si mangia il suo Magnum sotto la pioggia, quella afro-americana che si gusta il suo Magnum su un terrazzo con vista grattacieli e persino una celebrità come William Belli del trio trans DWV, sempre biondissima e truccatissima.

Lo spot, per niente volgare, si chiude con un invito al godimento senza inibizioni e remore, con il claim “Be true to your pleasure“.

Insomma, pare proprio che trans sia sinonimo di libertà, gioia di vivere e fierezza della propria identità. Ma sembra anche che utilizzare trans e travestite negli spot attragga sempre più clienti.

D’altronde non serve uno scienziato ma soltanto due occhi attenti, per notare lo straordinario successo di queste signorine 1.90 nelle nostre città.

Algida non sarà dunque, ne la prima ne l’ultima azienda che ha scelto e sceglierà di affidare il proprio messaggio a delle “donne particolari”: come non citare, ad esempio, lo spot Campari in cui due ragazzi si rincorrono ad un gala e solo alla fine si scopre che il ragazzo è in realtà una ragazza e viceversa? Oppure il censuratissimo spot di Rai4 in cui delle trans insieme a Carlo Freccero, si incontrano in bagno pubblico e discutono per promuovere la trasmissione dello stesso Freccero, “Sugo”. Oppure ancora, lo spot della Philips per promuovere il suo epilatore Satinelle Ice, in cui una trans si depila senza alcun dolore.

Se anche a te piacciono queste signorine 1.90 e tacco 15, sei arrivato nel posto giusto: EscortFox è il portale numero uno di annunci trans in Italia. Su EscortFox puoi trovare i migliori trans annunci Milano, annunci trans Roma, trans Firenze, trans Torino trans.

 

Condividi questo articolo

Incontri per Adulti – L’ex tata di Mel B delle Spice Girls denuncia: “Mi costringeva a fare sesso a 3”

Tempi duri per l’ex Scary Spice, Melanie Brown: dopo aver divorziato dal marito Stephen Belafonte produttore cinematografico e attore, denunciando botte e costrizioni, ora ci si mette anche la sua ex tata Lorraine Gilles.

Ma andiamo per ordine. Lo scorso mese Mel B ha annunciato l’imminente divorzio dal marito 41enne dopo un’unione durata 10 anni, e una bimba di 5 anni di nome Madison. Ma nessuno immaginava le reali motivazioni della separazione: “banali” tradimenti o fine di sentimenti hanno pensato in molti; e invece no.

Scary Spice ha dichiarato a TMZ (nota rivista di gossip americana) che i suoi anni di matrimonio sono stati tutt’altro che sereni, anzi, sono stati costellati da maltrattamenti fisici fin dal primo anno e, addirittura, di costrizioni sessuali. Pare infatti che Stephen Belafonte costringesse la moglie ad avere rapporti sessuali di gruppo.

L’ex Spice racconta di come abbia più volte tentato di mettere fine al suo matrimonio, ma l’attore l’avrebbe però ricattata  con alcuni video hot e minacciata di venir privata della custodia dei suoi figli.

L’uomo, sempre stando alle dichiarazioni di Melanie, avrebbe anche avuto una relazione con la loro baby sitter Lorraine Gilles, rimasta incinta e da lui pagata per abortire.

Ma l’ex tata non ci sta a passare da rovina famiglie ed ora racconta la sua verità denunciando per diffamazione la sua ex datrice di lavoro. “Mi ha plagiata” denuncia la giovane, “quando avevo appena 18 anni mi ha fatto bere e mi ha convinta ad avere dei rapporti a tre. Sono rimasta incinta dopo un rapporto occasionale ed è stata Mel B ad aiutarmi nelle pratiche dell’aborto e a farmi abortire”. La ragazza descrive come la coppia fosse “aperta” e di come non vi fossero costrizioni da parte di Stephen nei confronti della moglie.

Queste dichiarazioni si vanno ad aggiungere all’ordine restrittivo indetto dal giudice per il produttore cinematografico che è stato allontanato dalla casa e dalla famiglia e non potrà avvicinarsi né all’ex moglie né ai bambini. Una vicenda insomma, sempre più intricata e dai contorni molto hot.

Se anche tu cerchi degli incontri per adulti a tre, ma senza alcun tipo di costrizione, vai su EscortFox e cerca tra gli annunci quello che fa per te. Su EscortFox troverai solo i migliori annunci adulti Perugia, annunci escort Bergamo, annunci di donne Verona, donna cerca uomo Arezzo.

 

Condividi questo articolo